martedì 20 marzo 2012

A pranzo con una blogger - parte 1 -



Nel post dedicato al premio “Cake blog di qualità” avevo proposto alle vincitrici decretate da me di sottoporsi ud un'intervista per conoscerci e farle conoscere meglio a voi.
Le blogger hanno aderito con gioia ed ecco a voi la prima che è venuta a trovarmi: Vi, ossia l'admin di L'estro creativo.




Conosco Vi, si può dire da una vita! Prima compagna di scuola di mia sorella (Edera, la ricordate?), poi autrice delle bomboniere per la mia laurea e quindi, amica!
Si perché Vi non fa solo dolci, la sua manualità è magica e la sua creatività infinita. Se passate da lei vi renderete conto di cosa è capace!


Ma ora passiamo all'intervista.



Benvenuta su Umori in cucina e complimenti per il premio ricevuto! 
1) Conosciamoci meglio: chi è Vi, alias L'estro creativo?


Eh, bella domanda … Vi è una persona sempre incasinata, tutto il giorno di corsa(ora sembro la pubblicità della fiesta) ma tanto creativa , fantasiosa e pazzerella che quando decide di mettersi ai fornelli lascia dietro di se una pila immensa di utensili di ogni sorta. Ma il risultato li fa scomparire nella schiuma del lavello!


2) Come e quando hai scoperto la tua passione per la cucina? E come è nato il blog?


Era l’ormai lontano ’97-’98, in una cucina super accessoriata c’era una bimbetta tutto pepe(la mia migliore amica Antonia) pronta a sperimentare ogni tipo di dolce esistente, e poi c’ero io …. l’assaggiatrice ufficiale. Ho imparato moltissimo e anche assaggiato e giudicato, poi iniziavo ad aiutare … e pian pianino a cucinare con lei, è stata un’infanzia all’insegna della scoperta dolciaria fatta in casa. Lei, l’ho sempre considerata una maestra nel campo dolci, ed è meraviglioso averla resa fiera di me negli anni!


3) C'è una ricetta  alla quale ti senti particolarmente legata? Perché? (se la ricetta è presente nel tuo blog aggiungi il link!)


In effetti si, diciamo che nel blog c’è e non c’è, nel senso che è presente sotto forma di molti dolci, ma non ho incluso la ricetta, è il Pan di spagna, la ricetta ovviamente è della mia amica, e quindi ci sono super affezionata, non cambio mai le dosi, o gli ingredienti!


4) Chi è il giudice insindacabile dei tuoi piatti, o per meglio dire, le tue cavie?


I miei giudici sono sicuramente la mia famiglia, le mie amiche, ma soprattutto mia nonna , senza la sua supervisione o le ricette segrete della sua esperienza quasi non posso accendere il forno, ma spesso e volentieri si ricrede quando assaggia i miei piatti e i miei dolci, forse non faccio solo disastri in cucina!


5) Mi auto-invito per pranzo :)...cosa mi prepari di buono? 


Bene bene , andrò col cavallo di battaglia, non è una ricetta di mia invenzione, l’ ho trovata tempo fa su internet (Giallo zafferano docet !) e ho deciso di provarla però con le mie modifiche, da allora quando ci sono ospiti a pranzo mi viene espressamente richiesta, e tutti si leccano i baffi, quindi ormai lo considero un mio piatto forte e sono..rullo di tamburi … gli involtini di petti di pollo con spinaci, petto di tacchino affettato e taleggio, sfumati al vino bianco! Un secondo davvero appetitoso!


Ingredienti per 6 persone:

 6 fettine di petto di pollo;
  6 fette di tacchino;
6 fette di taleggio;
300 gr di spinaci sbollentati;
noce moscata;
sale e pepe;
burro per la padella;
brodo caldo;
vino bianco.

Passiamo alla composizione degli involtini.. fetta di petto di pollo, stendiamo sopra una forchettata di spinaci, una grattata di noce moscata, sale e pepe, poi il petto di tacchino e in fine il taleggio, arrotoliamo il tutto e fissiamo con degli stecchini. 
Mettiamo un po’ di burro in una padella antiaderente e poggiamo i nostri involtini, a rosolare..dopo qualche minuto sfumiamo con del brodo, quando inizia a restringere aggiungiamo il vino bianco a seconda dei gusti e proseguiamo la cottura aggiungendo altro brodo e vino. 
Lasciamo cuocere con il coperchio per circa 20 minuti, il formaggio uscirà leggermente dai bordi dell’involtino, creando una salsina con cui li serviremo, buon appetito! La foto? La prossima volta che li faccio.


6) Cosa bolle in pentola? Ovvero, svelaci un tuo sogno nel cassetto!


Sogni nel cassetto ne ho un milione, che mi incasinano tutto, la vita, l’università, il lavoro, il sonno anche! 
In effetti qualcuno l’ho già realizzato, forse più di qualcuno, volevo seguire un corso di pasticceria e l’ho fatto l’anno scorso, volevo creare col cernit e anche questa è andata … 
Volevo pubblicizzare le mie creazioni e mi è stata data la possibilità e ultimo ma non per importanza il blog, abbastanza recente ma che mi rende davvero orgogliosa quando guardo tutte le mie cosucce lì belle in vetrina e mi riempie di gioia, ma non avrei fatto nulla di tutto questo senza l’immenso aiuto, nonché appoggio e iper incoraggiamento della creatrice di questo blog e anche del mio. 
Ora non so quanto sia usuale dedicare le interviste, comunque questa voglio dedicarla a due persone in particolare, senza delle quali non avrei mai nemmeno pensato di essere quello che sono ora, ne di fare le cose che faccio, quindi un grazie infinito ad Antonia Fino e Chiara Nardella! GRAZIE 


Vi, grazie di cuore, non solo per esserti prestata a questo gioco, ma soprattutto per la dedica. E' apprezzatissima, anche se, lo sai, non ce n'è bisogno.


Ti auguro che i tuoi sogni si realizzino presto, ora vado a preparare i tuoi involtini, stasera farò un figurone con i miei amici! ^__^


Invito tutti voi a fare visita a Vi nel suo mondo creativo, cliccando sul suo banner:


Arrivederci con la prossima intervista!

1 commenti:

Nicky Miranda ha detto...

Mmmhh...ricettina da sperimentare!:-)

Posta un commento

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.

Nella riproduzione delle opere, liberamente utilizzate e sempre citate, ci si è avvalsi dei modi e dei limiti statuiti dagli artt. 65, 66, 68, 70 della legge 22/4/41 n° 633 sulla "Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio". In caso di presenza di materiale coperto da Copyright di cui i curatori non siano a conoscenza, la responsabile si impegna, sotto previa comunicazione, a rimuovere immediatamente i file